venerdì 29 marzo 2013

quando ci sei

quasi una pergamena
graffite scivolata in sogno
la mia matita
la tua mano
un segno largo e decifrabile
entra nella mia vista
un segno fragile da ricordare
entra nei capillari
e asciuga gli eccessi
un segno che copre
si spalma
in una percezione
vitale

1 commento:

  1. Bellissima, sempre di più, ad ogni lettura. Un abbraccio

    RispondiElimina